mercoledì 24 settembre 2014

Richiesta intitolazione Parco a "Laura CONTI"

Il circolo Legambiente Lauria “Laura Conti”, in collaborazione con la scuola primaria “G. Marconi”,  organizza il giorni 26 Settembre  a Lauria, presso l’area giardino ( sovrastante la copertura dei parcheggi)  sita in via Carlo Alberto, la manifestazione denominata “Puliamo il Mondo”.

Una giornata di grande civiltà in cui i cittadini si danno appuntamento nelle strade per ripulire il paese dai rifiuti abbandonati. Puliamo il Mondo è un'iniziativa di cura e di pulizia, un'azione allo stesso tempo concreta e simbolica. Una giornata che i volontari dedicano all''ambiente e alla cura del territorio: iniziare a guardarsi attorno, individuare le aree da ripulire, iniziare a parlarne con il vicino, con il collega, con gli amici e I parenti, sino ad arrivare al giorno stabilito e finalmente al risultato, quell'area degradata restituita alla comunità.

                                   IL CIRCOLO LEGAMBIENTE LAURIA “LAURA CONTI”

PROPONE CHE

la ventennale campagna di volontariato di Legambiente sia realizzata anche a Lauria  in modo tale da coinvolgere tantissimi cittadini, studenti ed associazioni nella pulizia di spazi urbani, zone verdi, monumenti e beni comuni liberandoli dall’oppressione dei rifiuti abbandonati.

La campagna si prefigge l’obiettivo di diffondere e ribadire l’importanza della corretta gestione del ciclo dei rifiuti, mettendo in luce buone pratiche e risultati positivi ottenuti dalla raccolta differenziata, puntando al contempo i riflettori sulle modalità di riduzione e sulle innumerevoli possibilità di riuso e riciclo dei materiali,

E CHIEDE DI


intitolare l’area suddetta all’ ambientalista, partigiana, medico e politica italiana, promotrice e rappresentante dell'ambientalismo italiano, nonché fondatrice di Legambiente  LAURA CONTI.






BIOGRAFIA
Laura Conti (1921 –1993)



Laura Conti è stata un'ambientalista, partigiana, medico e politica italiana, promotrice e rappresentante dell'ambientalismo italiano. Consigliere provinciale e regionale, studiosa di problemi ambientali e deputato, Laura Conti intreccia nella sua vita una molteplicità di impegni e interessi: dal campo scientifico a quello pedagogico, a quello ambientalista, e diventa presenza e voce autorevole nelle battaglie civili e culturali degli ultimi quarant’anni. Nata a Udine nel 1921, è scomparsa a Milano nel maggio 1993. Studentessa in medicina, fa parte del Fronte della Gioventù con l'incarico di far propaganda presso le caserme. Arrestata nell'agosto del '44, viene internata nel campo di smistamento di Bolzano in attesa di essere trasferita in Germania. Tornata libera, nel '49 si laurea in medicina. Tra il 1960 e il 1970 viene eletta consigliere alla Provincia di Milano, e tra il '70 e l'80 consigliere alla Regione Lombardia.
In anni in cui la questione ambientale viene considerata secondaria, è tra i primi a introdurre in Italia riflessioni sullo sviluppo-zero, sulla limitatezza delle risorse, sul nesso tra sviluppo industriale e distruzione della natura. Il suo libro "Che cos'è l'ecologia" diventa la base di formazione del nascente ambientalismo italiano.
Nel '76, con l'incidente di Seveso, il suo nome viene conosciuto dal grande pubblico: con coraggio e profonda umanità conduce per anni una durissima campagna contro quanti intendono minimizzare il disastro ed eludere responsabilità politiche e civili.
A Milano fa parte del direttivo della Casa della Cultura, oltre fondare e dirigere l'associazione Gramsci. Nella convinzione che la cultura ambientalista deve tradursi operativamente in pratica politica, lavora alla fondazione della Lega per l'Ambiente di cui è anche presidente del Comitato scientifico.
Laura Conti  diffondeva sempre il suo amore per la natura nelle sue tante battaglie: per una agricoltura compatibile con l'ambiente, contro l'inquinamento, per una caccia razionale, contro il nucleare, perché venissero riconosciuti i rapporti fra il modo capitalistico di produrre e la violenza alla natura.
Laura Conti era e andava dovunque ci fosse da diffondere conoscenze, da incoraggiare. Anche quando non stava bene di salute, anche quando è stata investita da guai personali, la si trovava nei dibattiti, nelle riunioni, anche nei paesi più piccoli, anche con i più piccoli gruppi -specialmente di ragazzi- che la invitavano a parlare e a discutere.




Richiesta protocollata al Comune di Lauria il 24/09/2014 avente numero 16249

Nessun commento:

Posta un commento