lunedì 30 settembre 2013

Analisi e Monitoraggio delle acque per uso potabile in loc. Fiumicello, Lauria

Lettera protocollata questa mattina (lunedi 30 settembre 2013) presso il Comune di Lauria.



 Alla cortese attenzione

del Sindaco  di Lauria
Arch. Gaetano Mitidieri



del Vice Sindaco di Lauria
Geom. Rosario Sarubbi


 

Oggetto: Analisi e Monitoraggio delle acque per uso potabile in loc. Fiumicello, Lauria

 

Il circolo Legambiente Lauria ha effettuato il giorno 18.09.2013 presso la fontana di Fiumicello, (Contrada Santa Maria, Lauria inferiore), con le risorse economiche del circolo senza nessun fondo comunale, regionale o europeo,  un prelievo di un campione di acqua per lo svolgimento di un'analisi microbiologica e chimica.

Il campione di acqua analizzato rientra  a pieno titolo nella condizione di acque destinate al consumo umano cioè acque non trattate ad uso potabile e fornite da una rete di distribuzione a mezzo rubinetti. Il prelievo  del campione è stato effettuato come previsto dal Decreto Legislativo 2 febbraio 2001, n.31 “Attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano”, ovvero dal rubinetto, e con la necessaria detersione.

Questo decreto dichiara che le analisi eseguite dal nostro circolo, proprio perché effettuate su di un unico campione ed una volta sola, non hanno alcun valore legale ma puramente informativo.

Difatti, come previsto da tale Decreto, si rende necessario effettuare le analisi con modalità di monitoraggio -cioè a cadenza routinaria-, in genere mensile. E’ lo stesso decreto a informare noi cittadini che tali analisi non solo devono essere svolte a cadenza prestabilita (in linea di massima mensile) ma devono anche rientrare a pieno titolo tra i controlli interni ed esterni così come descritti dalla legge (ovvero essere effettuati e divulgati dagli enti preposti).

Le nostre analisi sono state effettuate dal LabService Srl, laboratorio accreditato ACCREDIA (Ente Italiano di Accreditamento) n. 0812, un laboratorio operante in conformità alla norma UNI  CEI EN ISO/IEC 17025:2005.  In allegato (allegato n.1) eccovi il certificato di accreditamento  Accredia “Requisiti generali per la competenza dei Laboratori di prova e taratura”. Per maggiori informazioni il sito di riferimento è: http://www.labservicesrl.it/accreditamenti.html .
 

Dalle analisi ottenute (Allegato n.2) risulta che le concentrazioni di Escherichia coli, batteri coliformi a 37°C e conta delle colonie a 22°C e 36°C non sono conformi a quanto previsto dalla normativa  (D. Lgs  31/2001). Dal momento che esistono dati sulla probabilità a lungo termine di effetti negativi sull'ambiente e sulla salute degli esseri umani, ma la quantità dei nostri (proprio perché riferiti ad unico campione prelevato una sola volta) non ci consente una valutazione completa del rischio quindi non possiamo affermare con certezza che l’acqua è non potabile. Per il principio di precauzione, il Circolo Legambiente Lauria richiede immediatamente all’Amministrazione Comunale di Lauria un intervento di analisi routinaria (mensile) non solo sulla Fonte di località Fiumicello, ma su  tutte le fonti di acqua destinate al consumo umano e dislocate nel perimetro comunale. Richiediamo inoltre che questi interventi abbiano inizio entro il termine di 30 giorni dalla data odierna e che siano pubblicati mensilmente i dati ottenuti per portare a conoscenza tutti i cittadini della potabilità e della salubrità delle fonti d’ acqua di Lauria. Se il monitoraggio condotto dal Comune confermerà la non conformità dei dati rilevati a quelli obbligati dalla legge, chiediamo con fermezza, che sia condotta un’indagine sulla sorgente di Fiumicello al fine di individuarne le cause quali, ad esempio, scarichi fognari o condotte abusive.


Lauria 28/09/2013                                                   

 Il Direttivo del Circolo Legambiente Lauria

Nessun commento:

Posta un commento